Codice Appalti - D.lgs 50/2016


Le novità del codice appalti relative all'impronta ambientale

Da luglio 2016 sono cambiate le regole per partecipare agli appalti pubblici

In conformità con le linee guida dell'Agenzia Nazionale Anticorruzione la Stazione Appaltante ha l’obbligo di individuare nei criteri di aggiudicazione dell’offerta più vantaggiosa, i Criteri Ambientali Minimi:

  •  Le certificazioni ambientali (Es: ISO14001, 14064, 14067)
  •  L’efficienza energetica
  •  La compensazione della CO2

Il nuovo codice appalti garantisce alle aziende in possesso di questi criteri punteggi maggiori e riduzioni delle garanzie fidejussorie fino al 35% per 3anni.


Valido per tutti i settori merceologici

Automotive

Servizi

Infrastrutture

Alimentare

Aerospaziale

Ingegneria

Mass Market

Servizi

Consulenza

Cancelleria

Amminsitrazione

Consulenza Economica

Telecomunicazioni


Art.34: Criteri di sostenibilità energetica e ambientale

  ...Le stazioni appaltanti contribuiscono al conseguimento degli obiettivi ambientali previsti dal Piano d’azione per la sostenibilità ambientale… dei consumi nel settore della PA attraverso l’inserimento, nella documentazione progettuale e di gara, almeno nelle specifiche tecniche e nelle clausole contrattuali contenute nei Criteri Ambientali Minimi adottati con decreto del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare e conformemente, in riferimento all’acquisto di prodotti e servizi individuando l’offerta Economica Più Vantaggiosa...  

Articolo 34, D.lgs 50/2016

Comma 3

  ...Tale obbligo per la Stazione Appaltante si applica per gli affidamenti di qualunque importo, relativamente alle categorie di forniture e di affidamenti di servizi e lavori oggetto dei criteri ambientali minimi...  

Articolo 34, D.lgs 50/2016 - dal 20/06/2017

Clicca per leggere l'Articolo 34 >


Art.50: Clausole sociali del bando di gara e degli avvisi

  ...gli affidamenti dei contratti di concessione e di appalto di lavori e servizi diversi da quelli aventi natura intellettuale... inseriscono specifiche clausole sociali volte a promuovere la stabilità occupazionale del personale impiegato...  

Articolo 50, D.lgs 50/2016

  ...la Social Footprint (con link alla presentazione) analizza la filiera evidenziando i fattori distintivi dell'organizzazione (livello di occupazione, quote rosa, tasso di scolarizzazione, servizi a favore del personale...) e dei prodotti (di rispetto, prodotti con buone pratiche ambientali, con materiali naturali e/o riciclati, a basso contenuto di CO2, che proseguono la tradizione)...  

Articolo 50, D.lgs 50/2016

Clicca per leggere l'Articolo 50 >


Art.93: Garanzie per la partecipazione

  ...con la presentazione delle certificazioni ISO14064 e ISO14067 nell’offerta, si ottengono riduzioni delle garanzie fidejussorie  (le percentuali possono esser sommate nel caso di ulteriore certificazione ISO14001 dell'anno precedente)...  

Articolo 93, D.lgs 50/2016

Clicca per leggere l'Articolo 93 >

Art.95: Criteri di Aggiudicazione

...secondo i criteri di aggiudicazione cui si ottiene un punteggio per le certificazioni ambientali ottenute, per il contenimento dei consumi energetici e per le riduzioni dell’impronta di carbonio effettuate...

Punto 6

...I documenti di gara stabiliscono i criteri di aggiudicazione dell'offerta, pertinenti alla natura, all'oggetto e alle caratteristiche del contratto. In particolare, l'offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, è valutata sulla base di criteri oggettivi, quali gli aspetti qualitativi, ambientali o sociali, connessi all'oggetto dell'appalto. Nell'ambito di tali criteri possono rientrare:...

Lett. D

...la compensazione delle emissioni di gas ad effetto serra associate alle attività dell'azienda calcolate secondo i metodi stabiliti in base alla raccomandazione n. 2013/179/UE della Commissione del 9 aprile 2013, relativa all'uso di metodologie comuni per misurare e comunicare le prestazioni ambientali nel corso del ciclo di vita dei prodotti e delle organizzazioni (PEF/OEF)...

Articolo 95, D.lgs 50/2016

Clicca per leggere l'Articolo 95 >

Facciamo un esempio: Appalto da  €1Mln, fidejussione bancaria di €500k

L'operatore che partecipa all'appalto avendo certificato ISO 14001 e 14064 ottiene i seguenti benefici:

  •   Sconto fidejussione 35%, ossia €175k
  •   Punteggio maggiore grazie ai progetti di efficienza energetica
  •   Punteggio maggiore grazie alla presenza delle certificazioni
  •   Compensazione parziale dell’ impronta ambientale con metodologia LCA (Life-Cycle Assessment)
  •   Ulteriore punteggio per la compensazione

Valido per ogni partecipazione ad appalti durante la validità della certificazione.

FAQ - Domande Frequenti

Answer

Il Decreto Ministeriale 221 28/12/2015 impone l’obbligo di applicazione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) per le stazioni appaltanti per la fornitura di prodotti o servizi di qualsiasi settore merceologico.

Answer

Il Decreto 50/2016 è in vigore dal 20 aprile 2016 e si applica ad ogni settore merceologico per la Pubblica Amministrazione ed aziende controllate, come da specifiche linee guida dell’Agenzia Nazionale Anti Corruzione 1 e 2

Answer

Per certificazione si intende la verifica da parte di un ente terzo dell’analisi eseguita secondo i criteri definiti nelle ISO della serie 14000 (Es: 14001, 14064).

Answer

Le certificazioni possono avere validità annuale o pluriennale, le certificazioni del nostro partner Bureau Veritas hanno validità 3 anni

Answer

Il Piano di Azione per la sostenibilità ambientale previsto dal Decreto del Ministero dell’Ambiente obbliga le stazioni appaltanti di inserire nella documentazione progettuale e di gara i CAM all’interno dei criteri di aggiudicazione della gara.

Answer

I Criteri Ambientali Minimi sono specificati nel Decreto Ministeriale 221 del 28/12/2015 fra i quali sono previsti:

  • le caratteristiche ambientali e il contenimento dei consumi energetici e delle risorse ambientali del servizio/prodotto.
  • il possesso di una certificazione ambientale (Es: ISO 14000).
  • la compensazione delle emissioni di gas ad effetto serra associate all’attività dell’azienda calcolate secondo i metodi stabiliti in base alla raccomandazione n.2013/179/UE
Answer

L’Art.34 del nuovo Codice Appalti specifica l’obbligatorietà dei CAM, in assenza di queste indicazioni sussistono le basi per formulare un ricorso.

Answer

L’Art.95 specifica i criteri di aggiudicazione indicando i CAM come soglia di ingresso alla partecipazione a cui corrispondono una porzione del punteggio dedicata ai criteri ambientali. La stazione appaltante assegna a propria discrezione un ulteriore punteggio alle aziende che abbiano ottenuto certificazioni superiori a quelle indicate nei CAM.

Answer

Le certificazioni ISO riconosciute sono molteplici, fra queste citiamo la 14001 per l’Environmental Management, 14025 per l’Environmental Decleration, 14064 per le organizzazioni e la 14067 per i prodotti e servizi. Per un elenco più esaustivo delle certificazioni ISO cliccare qui.

Ask us


Ancora indeciso? Hai ancora qualche dubbio? Scrivici!

* Required fields. Once we receive your message we will respond as soon as possible.